Come Conquistare una Ragazza Difficile: 4 Potenti Stratagemmi

Come conquistare una ragazza difficile?

Come Conquistare una Ragazza Difficile: 4 Potenti Stratagemmi

Stiamo parlando di quel tipo di ragazza con cui ci provano diversi uomini e nessuno (o quasi) ci riesce. In genere si tratta di una gran bella ragazza…e probabilmente se la tira non poco 🙂

Sia che tu conosca già una ragazza del genere, sia che te la approcci o te la presentino, ti trovi davanti ad un bel guaio: come si conquista una ragazza così? Come puoi conquistare una ragazza molto corteggiata che non si concede a nessuno?

Ho una buona e una cattiva notizia per te…
Cominciamo dalla buona: conquistare una donna difficile è del tutto fattibile e seguendo quello che sto per dirti, sarà una cosa alla tua portata.
Per quanto riguarda la brutta notizia…avrai a che fare con una ragazza difficile, e quindi non sarà facile 🙂 è scontato, ma lo diciamo per precisare.

Prima di spiegarti come conquistare una donna difficile, voglio spiegarti perché è importante saperlo fare.

3 Ottime Ragioni per Conquistare una Donna Difficile

Saper conquistare una ragazza difficile è una sfida, per cui ti richiederà dell’impegno.
E come tutto quello che richiede tempo ed energie, è importante giustificare queste spese, altrimenti il gioco non vale la candela.

Se volessi rimorchiare una ragazza, anche molto bella, non ti servirebbe saper sedurre una ragazza difficile, potresti puntare sulle donne che la danno facilmente o sulle ragazze a cui piaci e avresti vita facile. Risparmieresti tempo ed energie.
Ma perderesti molte occasioni e quindi limiteresti le tue possibilità di scelta.

Ecco perché, ritengo che sia molto importante sapere come sedurre una donna difficile:

1. E’ una Sfida Stimolante

Se ti piacciono le sfide, allora conquistare una ragazza difficile sarà una cosa che ti piacerà molto. Si tratta di un qualcosa che probabilmente ti richiederà di dar sfogo a molte delle tue energie/risorse e potresti trovare la cosa molto avvincente.

2. E’ un Ottimo Allenamento

Avere a che fare con una donna difficile ti metterà alla prova e ti richiederà di essere un abile seduttore.

Questo significa che provandoci con una ragazza difficile dovrai dare il meglio di te, e quando dai il meglio di te migliori. Ecco perché si tratta di un’eccellente allenamento.

Una volta che ti sarai allenato con questo tipo di donna, sedurre le altre ti sembrerà una passeggiata 🙂

3. La Ragazza Ha il Suo Perché

Se una ragazza è difficile, in genere ha ben due vantaggi dalla sua:

  • Sa il fatto suo
  • E’ bella

Le ragazze difficili lo sono perché hanno molta scelta in fatto di uomini, cosa che implica che lei abbia esperienza sociale e che sia piacente. Entrambe le cose hanno i loro meriti.

Come Conquistare una Ragazza Difficile grazie a 4 Potenti Stratagemmi

Arriviamo ora al succo vero e proprio dell’articolo: come sedurre una donna difficile.
I 4 stratagemmi che ti sto per spiegare funzionano sia che tu conosca una ragazza, sia che tu la approcci, sia che te la presentino.
MA, qualora tu la conosca e sia un suo amico, ti consiglio di uscire dalla zona amicizia prima di seguire quanto sto per dirti.

Inoltre, tieni a mente che sarà difficile, perciò farti aiutare da un sistema come questo può solo farti bene.

1. Distinguiti dalla Massa

Come ti accennavo sopra, una ragazza fa la difficile perché ha tantissime opportunità in fatto di uomini. Ti è mai capitato di trovarti assediato dai PR o dai venditori ambulanti e di essere sgorbutico con loro?
Bene, è la stessa dinamica.

Questo significa che la donna in questione ha continuamente a che fare con uomini che ci provano con lei. Ora, viene la parte interessante: sono tutti (o quasi) uguali.
In poche parole, gli uomini che ci provano con lei fanno parte della massa. E la massa non ha successo con le donne.

Distinguiti dalla massa e avrai già un buon punto di partenza.
Ora, capisco quello che stai pensando: distinguersi dalla massa è una cosa molto generica…e sicuramente non è applicabile detta così.
Per questo, ti espongo la cosa sotto un altro punto di vista 😉

La stragrande maggioranza degli uomini (leggi: la massa) non ci sa fare con le donne. Avere delle abilità seduttive sopra la media, ti fa distinguere dalla massa di per sè. Ne segue che devi leggere, studiare ed applicare quello che trovi su questo blog 🙂

Ma non ci limitiamo a questo. Se per esempio conosci una donna difficile che vuoi conquistare ti basta osservare gli uomini che ci provano con lei. Come si comportano? Come si vestono? Cosa pensano?
Differenziati su queste cose e ti distinguerai dalla massa.

2. Persisti

Se vuoi conquistare una ragazza che fa la difficile, dovrai essere persistente. Non ti aspettare che lei cada ai tuoi piedi in men che non si dica, non succederà…
Al contrario, la cosa ti richiederà molto tempo.

All’inizio lei indosserà la sua maschera sociale (quella di ragazza difficile) e lo farà per un tempo relativamente lungo.
Solo essendo persistente potrai fargli gettare la maschera e potrai farla sciogliere.
Per farti un esempio, giusto l’altro giorno ho approcciato una ragazza che faceva davvero la difficile, non sorrideva (nemmeno parlando con la sua amica) e continuava a lanciare frecciatine acide. Solo dopo circa una ventina di minuti lei ha fatto il suo primo sorriso, e da lì ne sono parti altri in poco tempo: aveva gettato la sua maschera sociale. Senza persistenza, non saremmo mai arrivati a quel punto.

Attenzione a non confondere la persistenza con l’essere insistente ed irritante: la persistenza è attraente, l’insistenza no.
Qual è la differenza?
Un uomo persistente porta valore sul tavolo per un periodo relativamente lungo, un uomo insistente prende valore dalla donna per un periodo relativamente lungo.

3. Rimani in Controllo

Una cosa cruciale per sedurre una ragazza difficile è l’abilità di mantenere il controllo di sè.
È facilissimo lasciarsi alterare emotivamente o commettere degli errori madornali quando vedi che la donna non ti presta la minima attenzione.
Ma questo NON DEVE accadere.

Qualora questo accada, hai perso la partita.

Se ti lasci alterare emotivamente o commetti degli errori madornali, stai comunicando alla donna che lei ti è superiore (in termini di valore); una donna non andrà mai a letto con un uomo di valore inferiore.

Ecco perché è fondamentale, nel conquistare una ragazza difficile più che mai, mantenere il proprio controllo.
(se vuoi una mano con questo, ti consiglio caldamente Jedi della Seduzione, è il meglio a riguardo)

4. Trova il Suo Punto Debole

Tutte le persone hanno uno o più punti deboli, e le ragazze difficili non fanno eccezione.
Tutti abbiamo un qualcosa che ci interessa particolarmente o ci affascina.
Perfino una ragazza molto difficile può aprirsi e diventare un docile agnellino se tocchi il suo punto debole nel modo giusto.

Scoprire un punto debole di una ragazza è relativamente difficile, ma con un po’ di intelligenza ce la puoi fare. Una buona base di partenza è quella di capire in cosa una ragazza spende gran parte del suo tempo o cosa le piace fare nel tempo libero; ci sono delle buone possibilità che da lì tu possa identificare un suo punto debole.

Trovare un punto debole di una ragazza difficile richiede del tempo, ma ti può far fare dei passi avanti considerevoli una volta fatto.

La Trappola nel Sedurre Ragazze Difficili

C’è una grossa trappola nel provare a sedurre ragazze difficili da cui devi guardarti molto attentamente.

Conquistare una ragazza difficile ha i suoi vantaggi, ma questo non va confuso con l’andare dietro ad una donna che non ti vuole.
A primo impatto sembra che ci sia una differenza sottile, ma in realtà le divergenze sono abissali.

Una ragazza difficile è una ragazza che si comporta in un determinato modo per via della sua maschera sociale; una donna che non ti vuole è una donna con cui sei incompatibile.
La prima è conquistabile, la seconda no.

Avere a che fare con la prima (entro certi limiti) ha dei vantaggi, avere a che fare con la seconda è una perdita di tempo ed è dannosa per te.

Come si distinguono questi due tipi di donne?

Una donna difficile si comporta in modo distaccato/altezzoso/irraggiungibile con tutti (o quasi), una donna che non ti vuole si comporta così solo con te (o con pochi altri) oppure si comporta normalmente con te, ma quando provi a mandare avanti le cose pone un limite invalicabile.

Tocca a Te

Conosci qualche donna che fa la difficile? Come ti comporti con lei?
Condividi la tua nei commenti.

Mauro

Comments

  1. Damiano F says:

    Secondo il mio parere per riuscirci con una donna che fa la difficile gioca un ruolo fondamentale l’imperturbabilità , e in secondo piano il social proof.
    Questa mia convinzione da un lato deriva da qualche insuccesso passato in cui mi son reso conto che l’attrazione è scesa al fallimento di verifica di questi due(ma più al primo).
    Mentre dall’altro, più recente, quando, circa un anno e mezzo fa , ho definitivamente attratto una ragazza nel momento in cui lei mi ha detto che era fidanzata(ed era vero) e io mi sono messo a ridere! Dopo due giorni si è lasciata e abbiamo vissuto una storia di 1 anno particolarmente interessante, ma che alla fine è degenerata.

    Il distinguersi dalla massa non vale molto secondo me se alla base non c’è imperturbabilità. Conosco ragazzi che si vestono benissimo, intelligentissimi, con un ottima retorica, ma che cadono al primo test di qualche ragazza “decisa”. Mentre conosco altri che sono stereotipi dei ragazzi dei giorni nostri, anche in senso negativo, con un ottima imperturbabilità che, seppur in quantità non eccezionale, riescono ad ottenere qualche soddisfazione con le ragazze.

    Per il resto, come sempre, condivido ogni parola che hai scritto 🙂

    • Damiano F says:

      ah dimenticavo di dire che sto facendo riferimento SOLO a ragazze che facevano le difficili

    • Se hai social proof, le possibilità che lei faccia la difficile sono piuttosto basse (e se parliamo di preselezione, sono nulle).

  2. roberto says:

    Ciao, settimana scorsa mi è capitato di incontrare una ragazza splendida in un negozio con la sua famiglia. Dopo un po questa ragazza mi guarda ripetutamente e costantemente ed io ricambio, poi si siede e rivolge il suo corpo da seduta tutto verso di me (segnale di interesse). Quando la guardavo io senza distogliere lo sguardo, lei lo abbassava e si toccava i capelli oppure giochicchiava con il telefono. Comunque dopo che ho pagato me ne dovevo andare, e decido di aspettarla fuori per prenderle il numero della targa della sua macchina e risalire a lei, e dopo una settimana di ricerche risalgo a lei, e la contatto via Facebook una settimana dopo, mandandole la foto del posto di dove ci siamo incontrati. Le dico che mi hanno colpito i suoi occhi, e lei il giorno dopo mi scrive testuali parole: “Graziee, sei gentile 🙂 mi dispiace che tu mi abbia cercato così tanto, ma sono già impegnata.. scusami, ciao :)”. Io, siccome ho molti amici nel paese dove sta lei, e mi sono informato se lei era fidanzata, e lei non è fidanzata con nessuno, lo è stata, ma non lo è più. Allora, io le rimando un messaggio dicendole se aveva qualche parente uguale a lei, visto che è fidanzata, perché la mia ragazza ideale sarebbe lei. Oppure di parlare con il suo fidanzato, e di spiegargli che avevo perso la testa per lei, e che lui avrebbe capito ( io le faccio credere che credo che lei è impegnata), scritto in un modo abbastanza simpatico. Lei lo visualizza ma non mi risponde. Ora che devo fare?. Io avevo in mente di scriverle un striscione fuori casa sua, con una cosa del genere che non posso dimenticare i suoi meravigliosi occhi, o non lo so. Secondo te, che cosa devo fare? Devo insistere o devo lasciar perdere?.
    P.S.: Consigliami tenendo conto che non sono per niente timido.

    • Ciao Roberto, è normale che abbia reagito così: è stato un pizzico eccessivo contattarla così.
      Niente striscione fuori casa 🙂

      Puoi scriverle ancora un altro messaggio molto tranquillo su FB, ma se non va nemmeno quello ti consiglio di passare avanti e conoscere qualche altra ragazza.

  3. Andrea says:

    Ciao Mauro, ultimamente mi sono accorto che facendo un approccio dopo l’altro, indipendentemente dall’esito, non mi cresce più il livello di euforia ma rimango ad un livello normale, cosa che invece all’inizio non accadeva. Il motivo è riconducibile al fatto che ora comincio ad abituarmi alla cosa? È normale?
    Grazie

    • E’ normale, ed è anche meglio: ad ogni picco segue un dirupo e non è il massimo essere super-carico per la prima metà della serata e ritrovarsi a pezzi nell’ultima metà (che poi è anche la più importante).

  4. Ciao mauro! Complimenti per l’articolo! nell’ultimo punto riguardo la differenza tra una ragazza difficile e una che non ti vuole tu dici che il secondo tipo si comporta così solo con te o con pochi, mentre quella difficile assume un aria distaccata con tutti; io ti chiedo: se una ragazza fa la difficile come posso capire se sono già finito nel caso della ragazza che non ti vuole, o magari sta ancora indossando la sua maschera sociale e quindi sono ancora in gioco?Solo questione di persistenza per un certo tempo?

    • Ciao Gigi, se vedi che lei fa la difficile con tutti, è probabile che sia semplicemente una ragazza difficile.
      Segui i punti che ho elencato nell’articolo e se con il giusto tempo vedi che le cose non si sbloccano, puoi lasciar perdere.

  5. chris says:

    Ciao Mauro,scusami se sarò un po’ prolisso,ma voglio fornirti un quadro quanto più completo e dettaglaito per un’analisi più efficace. Allora, tutto è iniziato a Gennaio,quando ho iniziato a frequentare dei convegni(non mi va di specificare per riservatezza),che si tengono due volte a settimana,in cui è richiesto l’intervento dell’uditorio,composto da gente di ogni età. Durante le sessioni,i miei occhi iniziano ad incrociarsi molto spesso e volentieri con quelli di una dolcissima ragazza(purtroppo non del mio paese e 1 anno più grande),di cui di lì a poco scoprirò di esserne innamorato perso per la prima volta. Passa un mese,ma la voglia di lei sorpassa di gran lunga la mia riservatezza e così mi faccio coraggio e faccio la mia mossa. Terminato uno di questi convegni,non appena si allontana un po’ dai suoi familiari(uno degli ostacoli che poteva causarci imbarazzo e che mi frenava) e la saluto. Certo,sono un po’ impacciato e nervoso,ma alla fine gli propongo un’uscita a prendere da bere,solo noi due. Lei,pero,sorridente,mi risponde che saremmo usciti,quando le giornate sarebbero state migliori. Intanto ai successivi convegni sempre più saranno i segnali positivi di interesse come toccarsi i capelli,incrociare il mio sguardo e addirittura assumere posture simili alle mie. In più notavo che chiacchierava e sorrideva spesso con la sua amica(la quale conoscevo di vista,ma improvvisamente diventata più amichevole con me). Io riesco a cogliere le pochissime opportunità che ho prima e dopo i convegni per parlarle e chiederle come sta,ma ovviamente lascio passare del tempo prima di chiederle nuovamente di uscire. Agli inizi mi rispondeva a monosillabi,ma lentamente si è sbloccata. Nei mesi di maggio e giugno,era lei ad avvicinarsi e mi chiedeva come stesse andando la scuola e la preparazione agli esami di stato.Comunque,per ‘inciso’,un altro elemento da tenere presente è il fatto che è molto timida con gli uomini(quasi mai ne avvicinerà uno),mentre molto estroversa con le altre donne(anche sconosciute). Quindi dei buoni segnali.Tuttavia a causa degli impegni scolastici, mancai diverse volte a quei convegni. A Luglio,terminati gli esami,ripresi a frequentare quei convegni con regolarità,ma notai un cambiamento. I nostri sguardi si incrociavano meno spesso,non si toccava più i capelli,ecc,ma soprattutto non riesco più ad avvicinarla. Inizia ad arrivare in ritardo ai convegni e al termine rimane seduta ed è sempre circondata da amiche e familari(lo fa volutamente,a mio parere). Noto in lei uno sguardo diverso,quasi irritato. Io ne soffro parecchio e passa tutto luglio e metà agosto così.Ma io non mi arrendo e mi ingegno per cogliere l’attimo in cui è sola.Così le chiedo cosa le fosse successo e lei risponde che andava tutto bene. Io le dissi che non la credevo,perché avevo notato nel suo sguardo qualcosa che non andava e allora le propongo un’altra uscita per parlare insieme nella convinzione che questa volta non avrebbe rinunciato(e anche perché iniziavo a credere che fosse irritata per il motivo che avevo lasciato passare tutta l’estate senza chiederglielo). Purtroppo,guarda caso,ospitava dei parenti a casa quel giorno. Allora le ribatto che mi andava bene anche un altro giorno,ma aveva degli impegni. E così ripromettemmo di risentirci. Lei è però cambiata in positivo.Intanto arriva settembre e un giorno riesco a sedermi proprio dietro di lei e i suoi genitori ad uno di questi convegni. Al termine, le faccio i complimenti per un suo intervento e lei mi ricambia,visibilmente emozionata per la mia lode da un lato,ma dall’altro un po’ imbarazzata per la presenza della madre. Da evidenziare che da quel giorno sono entrato nelle grazie della madre,la quale mi ha elogiato per la mia dialettica negli interventi. Ma l’idillio finisce qui,perché da quel giorno in poi,lei non mi darà più segnali d’interesse,a parte qualche sguardo fugace. Una cosa bruttissima è che cerca di evitarmi non appena mi vede, o cambiando percorso o dandomi le spalle per parlare con qualcun altro. Io,a dire la verità,sono molto confuso e arrabbiato,tanto da voler attuare la strategia del ‘fuggiasco’ e indifferente,ma in fondo al mio cuore ho paura di perderla per sempre. Inoltre so benissimo che se dovesse rifiutare alla prossima richiesta d’uscita,ci dovrò rinunciare in perpetuo a lei :_( Cosa ne pensi di questa situazione Mauro? Lei si comporta così per timidezza(facendo la difficile) o per altro(so per certo che non ha altri ragazzi che le girano attorno)? Ho sbagliato in qualcosa?Cosa posso fare,perché ne sto soffrendo tanto e voglio solo lei.

    • Ciao Chris, lei non è interessata, tutto qui. Puoi provare a sfruttare la preselezione per vedere se le cose cambiano, la ritengo l’unica cosa che ti possa aiutare realmente con lei.

  6. Natural81 says:

    Ciao Mauro, sto letteralmente divorando il tuo sito perché ho un gran bisogno di rimettermi in gioco dopo aver terminato una relazione lunghissima (più di 15 anni) con la mia ex.
    Premesso ciò volevo chiederti un consiglio riguardo ad una ragazza che lavora nella mia stessa azienda anche se in una funzione diversa dalla mia. Avevo già notato la ragazza, ma non c’erano mai state occasioni di contatto con lei se non qualche ciao o qualche rarissima interazione alla macchinetta del caffè, visto che non ne beve quanti me 😉
    Un giorno durante una pausa, mentre si parlava di non ricordo più cosa, noto che si era appuntata qualcosa sul dorso di una mano; le prendo le mani e le dico qualcosa del tipo: ma non te li danno i post-it per prendere gli appunti?
    Lei ritrae le mani per “vergogna” e si mette a ridere e la cosa finisce lì.
    Nei giorni successivi noto che quando mi saluta lo fa con maggiore enfasi, quindi lo interpreto come IDI e provo più volte ad invitarla a fare pausa con me ed altri colleghi, ma lei rifiuta sempre…
    Ormai è passato un mesetto dalla prima interazione, secondo te come posso coinvolgerla nel fare qualcosa insieme per poterle parlare ancora? Perché rifiuta sempre i miei inviti nonostante gli IDI ? (ce ne sono stati altri oltre a quello che già ti ho detto).
    Temo che la situazione si stia “raffreddando” ma non voglio nemmeno essere troppo diretto visto che si tratta di un ambito lavorativo.
    Grazie in anticipo e ancora complimenti per l’ottimo sito

    • Prova con proposte diverse…se vedi che non va c’è qualcosa che la frena, quindi o scopri cos’è e lo aggiri, o accetti e lasci perdere.

      • NATURAL81 says:

        Ciao Mauro, grazie per la velocissima risposta, ti chiedo ancora qualche consiglio per poi agire e farti sapere come è andata:
        – cosa potrei proporre di diverso a questa collega visto che le occasioni di contatto, anche lavorativo, sono praticamente inesistenti?
        – che frase potrei usare per scoprire cosa la frena? Qualcosa del tipo: “Come mai non vieni a prendere il caffè con noi?” risulta troppo diretta?
        Oggi mentre andavo in pausa con alcuni colleghi siamo passati a fianco della sua scrivania, ci siamo scambiati uno sguardo, ma io non l’ho invitata come al solito, anche un po’ per sfida. Credo di averla anche sfidata un po’ con lo sguardo. Secondo te ho fatto bene?
        Nel caso in cui riuscissi di nuovo a fare due parole con lei, quali argomenti di conversazione mi suggeriresti?
        Un grazie infinito per la tua pazienza nell’ascoltare i problemi di tutti noi.

        • Se non va il caffè, vedi se si aggiunge in pausa pranzo. Se non si lascia coinvolgere alle proposte di gruppo, prova in 1on1.

          Capire cosa la frena è un discorso molto lungo. Dovresti farla scoprire in modo sottile e andare ad intuito.

  7. Anonimus says:

    Ciao Mauro. Circa un mese fa ti avevo descritto su un altro post una situazione di una ragazza difficile e poco interessata in palestra che avevo deciso di non salutare in quanto ricambiava in modo quasi apatico saluti e sorrisi. Ora la trovo meno musona quando si rivolge a me. Lei per prima viene e mi chiede se mi serve un manubrio o un bilanciere nonostante ce ne siano altri disponibili, io cerco di risponderle in modo molto tranquillo sorridendole. Il punto è che la trovo sempre ben disposta e sorridente mentre parla con un ragazzo (il mio rivale per così dire) che è piuttosto muscoloso e più alto, al contrario di me che sono 1,67 e mingherlino. Ovviamente per me tutto questo è molto frustrante e accentua ancora di più la mia insicurezza e difficoltà ad agire. Ora mi chiedo, se lei ogni tanto mi cerca con quelle scuse, potrebbe essere che ho qualche chance di riuscita? Penso che se veramente non vorrebbe aver nulla a che fare non mi chiederebbe di un bilanciere nonostante ce ne sia un altro libero. Che ne pensi?

  8. Ciao Mauro, volevo chiederti un favore. Da due o tre mesi circa sto conoscendo una ragazza. Appena ci siamo conosciuti a me è sembrato che sia abbastanza interessata a me. Al che ci provai, e ci sono riuscito anche. Dopo due settimane lei poi mi dice che per lei sono solo un amico. Continuando ad uscire con lei, mi accorgo che piano piano (nonostante mi abbia detto che per lei ero solo un amico), si riavvicina ma non in maniera diretta. Io comunque ricambio con qualche abbracciò e cose del genere e lei non mi respinge anzi. Quello che volevo sapere, siccome mi piace parecchio, devo continuare o meno in questa conquista?

  9. Luigi says:

    Ciao a me servirebbe un consiglio, ho una situazione veramente difficilissima da snocciolare. Un mio amico un giorno mi presenta una ragazza dicendomi che questa era pazza di me, insomma la conosco e tempo una settimana stiamo insieme, tutto alla grande se non dopo circa 2/3 settimana mi lascia perché non si sentiva abbastanza attratta, ma che comunque non voleva perdermi e voleva iniziare tutto da capo ovvero ricomincia dici a sentire. La prendo di contropiede e la inizio a snobbare completamente facendo riferimenti anche ad altre donne con le quali mi stavo sentendo, a quel punto si attacca in modo morboso e ci ricominciamo a sentire (eravamo soliti darci baci e roba simile) ma dice di non essere convinta che saremmo potuti stare insieme. Vista la situazione taglio ogni rapporto ma lei tramite “mi piace” frasi melanconiche sui social fa sempre sentire la sua influenza, così ci riparlo proponendogli un’amicizia, cosa che le stava stretta infatti era solita provarci ecc, ma a un certo punto si mette a parlare con un mio amico al quale dice che secondo lei io ero innamorato di lei, così mi sento con un’altra ragazza, contatto la mia ex e le dico che dato che le cose che mi diceva dietro mi mettevano in difficoltà con la Ragazza con la quale mi sentivo e con i miei amici non la volevo più sentire. Tempo un mese e mi supplica di riparlare e uscire di nuovo insieme a lei ma come spingo per fidanzarci ancora una volta non ci sta pur ammettendo che lei era tornata perché provava qualcosa. Così ora mi sono fidanzato provando questa ultima via di farla ingelosire facendomi vedere con un’altra. Voi al posto mio cosa fareste ?

  10. Peppino says:

    Ciao Mauro,

    ecco il mio caso. Ti espongo i fatti:
    1) conosco questa ragazza ad un aperitivo
    2) instauriamo fin da subito un ottima e divertente relazione in cui io mi mostro interessato e lei ride e scherza con me, dandomi poi subito la sera stessa il num di cell
    3) usciamo un totale di 3 volte, in cui si assiste ad un crescendo di intimità: mano nella mano, abbracci, al primo app.to non mi bacia, lo fa al secondo furtivamente prima che la lascio sotto casa. Al terzo, andiamo insieme al lago tutta una domenica, la bacio ripetutamente, e soprattutto le faccio un massaggio sensuale compreso il suo bel sedere…e non solo….
    al ritorno in macchina, poichè la giornata era stata spumeggiante con lei, mi fermo sul ciglio della strada, la bacio alla francese per 2 minuti e poi le confesso con candore “ho voglia di far l’amore con te”, e lei mi si mette a ridere visibilmente divertita.
    Fino a qui tutto piuttosto bene, però:

    A) lei risponde ai messaggi, scrive anche con le faccine ecc.ecc., ma NON SCRIVE MAI PER PRIMA
    B) l’ho invitata a casa mia a cena, è arrivata a chiedermi “il sesso è incluso”?, lasciandomi di stucco, ma non mi ha ancora detto di sì.
    C) ad un aperitivo di un’associazione di cui entrambi facciamo parte, con le amiche, mi ha visto ma ha fatto finta di non vedermi.

    DETTO CIO’, ritengo di essere messo molto bene con questa ragazza. Io credo che quando ci sono queste concessioni ad alto tasso erotico, esse siano dei messaggi chiari, Vorrei però i tuoi migliori consigli per
    – evitare di fare una frittata e rovinare tutto
    – … coprire… l’ultimo miglio, cioè portarla a letto e farla godere come una porca (preciso che la ragazza mi piace NEL COMPLESSO)

    e vorrei anche la tua opinione che lei sta facendo la difficile con me, è dubbiosa, vuole solo la storia seria,…

    grazie di cuore
    Peppino

  11. giuseppe says:

    Salve, giorni fa tramite fb ho chiesto ad una mia compagna di scuola se si poteva offrire come modella per delle foto perchè ,essendo un artista, avevo intenzione di riprodurla su carta. Dopo esserci organizzati giorni prima dell’incontro, arriva il giorno del set fotografico… Appena ci siamo visti, ci siamo salutati, baciucchiati sulle guancie e ci siamo incamminati per le strade a cercar bei posti per scattagli foto… Inizialmente sono stato un po intimorito con lei perchè io di natura sono un pò timido ma, per fortuna , dopo un paio di scatti e due chiacchiere, mi sono sciolto! Scattavo e le facevo vedere le foto. Lei: ” daiii stupidotto non l’hai fatta bene questa!” oppure “<carinaaaa questa, bravo si si! " " dai ma come mi hai fotografataaaaa, ho il trucco che mi cola! Aspetta che lo rimetto" ….insomma , avete capito più o meno! Io, sincermente, anche perchè sennò non l'avrei chiamata, mi piace come ragazza… La vedo semplice, bela, seduttrice, solare… Le ho chiesto se era fidanzata, e lei mi rispose: " In realtà sto conoscendo un ragazzo che abita lontano da me, ma fin ora solo una volta ci siamo visti. Mi piace ma ho paura che per lui non sono il massimo" …. Dopo ciò la mia speranza è ceduta un pò, ma ciò non toglie che se la contatterò più volte e uscirò con lei potrei svere qualche change…. voi che dite? datemi consigli!

  12. Ciao Mauro…allora dovrei chiederti una cosa,
    Ieri sono andato a casa di 3 mie amiche (sono tre sorelle quindi eravamo nella stessa casa),una delle sorelle che fa molto la difficile… ma intendo molto molto,ieri mi ha fatti: i massaggi (sulla schiena) :p, mi ha detto che profumavo e mi ha detto se potevo togliermi la maglietta….roba stranissima!…mi puoi dire se sono segnali positivi o meglio…se gli piaccio?
    Grazie Mauro
    p.s. la ragazza fa la difficile con tutti ma ride a qualsiasi battuta che gli viene fatta. Insomma è una tipa solare ma molto difficile!

  13. Domenico says:

    Ciao, sto vivendo una situazione abbastanza difficile da un po’ di tempo per colpa di una ragazza molto complicata…insomma per spiegare in poco la mia storia dovrei iniziare dicendo che questa ragazza l ho conosciuta in disco una sera in cui si era entrambi abbastanza brilli e dopo aver ballato insieme ci siamo baciati per tutta la serata e poi mi ha lasciato il suo num di telefono. Il giorno dopo l ho contattata e per fortuna si era ricordata di me ma mi disse che aveva una situazione complicata in testa e lasciai perdere.Dopo 2 settimane esatte l ho ricontattata e questa volta dopo qualche giorno ci siamo rivisti e baciati ancora, dicendomi che la sua testa si era liberata da quei pensieri…insomma siamo usciti per un mese e mezzo insieme, tra cene,serate al mare, un paio di volte abbiamo fatto anche l’amore è tutto sembrava filare liscio, tanto che lei considerava noi quasi una coppia, ma poi all improvviso da un giorno all altro senza che sia successo nulla di particolare mi dice che non siamo fatti per stare insieme e che secondo lei non saremmo durati insieme…ora io capisco anche a volte di aver dimostrato un pochino di gelosia o di paranoie nei suoi confronti ma nella sua decisione non c’è nulla di logico ma basato su un suo pensiero forse sbagliato su di me…ci siamo rivisti 2 settimane fa ma mi disse che la sua decisione non sarebbe cambiata ma io la penso ancora di continuo e non so cosa fare davvero cosa fare…

    • Ciao Domenico, pensa a quali possano essere stati i tuoi errori. Aspetta qualche settimana, ricontattala e fa vedere che anche tu sei poco interessato alla storia. Mettiti al suo stesso livello d’investimento e piano piano prova a ricostruire le cose.

      • DOMENICO says:

        Cioè in che senso? Infatti avrei voluto ricontattarla a breve…anche se ho parecchio timore nel farlo…