Perchè le Emozioni sono Fondamentali nella Seduzione

Tieniti forte, questa è roba tosta 😉

Perchè le Emozioni sono Fondamentali nella Seduzione

In diversi commenti ho letto a proposito dell’imperturbabilità e so che questo è un concetto che alcune autorità della seduzione spiegano e in cui credono fermamente.

L’Importanza delle Emozioni

Ora voglio farti una domanda: sei un robot o sei un essere umano?

Sei una fredda macchina che è in grado di fare le cose a comando o sei una persona che prova sentimenti, soffre, gioisce, gode, si arrabbia?

Sei un essere umano e come tale provi diverse emozioni.

Prima di addentrarci ulteriormente in questo dibattito, voglio dirti che se intendiamo l’imperturbabilità come il non dipendere emozionalmente da una donna, allora sono d’accordissimo come spiego nell’articolo sulla minima risposta emozionale. Il concetto è che non ci lasciamo trasportare emozionalmente da una sconosciuta (o da una donna conosciuta da poco) per il semplice fatto che questo è quello che davvero rispecchia un uomo di elevato valore.

E facciamo anche un altro chiarimento: ti ricorderai che quando ti ho parlato della mascolinità ti ho accennato ad una stabilità emotiva.
Non è questo in contraddizione con quello che ti sto dicendo oggi?

Risposta breve: no.

Risposta lunga 🙂

La stabilità emotiva non è il non provare emozioni, ma il non lasciarsi trascinare da esse, l’avere su di loro un certo controllo.

Se sei stabile emotivamente, non significa che non ti arrabbi, bensì che ti puoi arrabbiare, ma si tratta solo di una cosa passeggera e che non condiziona la tua vita.

Perché come ti dicevo prima le emozioni sono una parte integrante di noi, non dovremmo sopprimerle.

La natura è un sistema eccellente, qualsiasi cosa fa la fa per un motivo e fa le cose molto bene.

Alla luce di questo, ci può venire il dubbio che se siamo in grado di provare delle emozioni, ci sia un motivo dietro a tutto ciò?

Le emozioni, oltre che essere il succo della vita, dato che una vita ricca va misurata anche sulla base delle emozioni che proviamo, hanno un ruolo importantissimo.

Sono le emozioni che regolano il nostro modo di agire.

E Anthony Robbins direbbe che noi possiamo regolare le nostre emozioni per cambiare il nostro modo di agire.
E personalmente credo che abbiamo un grande controllo sulle emozioni.

Ma questo non significa stroncare quelle che non ci piacciono.

Questa società ci ha insegnato a ripudiare tutte le cose “brutte” e abbracciare tutte le cose “belle”.

Non dobbiamo fare fatica, perché non ci piace.
Non dobbiamo sentire dolore, perché non ci piace.
Non dobbiamo sentirci soli, perché non ci piace.

Ma come dicevamo prima, tutte queste sensazioni hanno un loro compito.

Per esempio, sai che se non provassi dolore fisico, potresti morire senza nemmeno accorgertene?
Potresti mettere il braccio su una piastra incendescente e non accorgerti che hai appena buttato al vento uno dei tuoi arti!

Quando proviamo delle emozioni “negative” il nostro cervello ci sta dicendo chiaramente “Caro mio, c’è qualcosa che non sta andando come dovrebbe, vuoi sistemarla o devo urlare più forte per fartelo capire?”.
Il suo urlare più forte è l’amplificare l’emozione (che significa sentirci peggio).

Per esempio, la sensazione di insoddisfazione e malessere che provi quando non riesci ad avere nemmeno una donna è un chiaro segnale: datti da fare e cerca il modo di risolvere questa cosa.

Giusto l’altro ieri (sabato) sera, ho visto la donna più bella che abbia mai incontrato.
Inutile dire che sono partito subito e sono andato da lei.
Approccio, lei si prende benissimo, inziamo a parlare e va alla grande…fantastico!
Per farla breve, alla fine me la sono giocata pechè ho fatto una cosa che non dovevo fare con l’amica…

Come pensi che io abbia reagito a questa cosa? 🙂
Sono molto distaccato quando si tratta di donne, ma cavolo, la donna più bella che abbia mai visto e che era anche molto disponibile nei miei confronti me la sono giocata per una cavolata detta ad una sua amica!
Ovvio che la cosa mi ha fatto arrabbiare! Mi sono arrabbiato con me stesso perché ho fatto un errore banale.
È questa rabbia qualcosa di negativo?
Assolutamente no, mi ha fatto capire che piuttosto che fare una cosa “rischiosa” con l’amica è meglio che la ignoro.

Sono arrabbiato adesso?
No, il passato è passato.

E non mi sono fatto rovinare la serata dalla rabbia: 10 minuti di sclero a non finire (hai presente Paperino? 🙂 ) subito dopo l’accaduto e poi sono tornato completamente tranquillo e nel momento presente.
Ed ho fatto delle belle cose dopo 😀

Le emozioni “negative” ci danno la spinta a darci da fare.
Sono la nostra forza motrice!
Sono estremamente utili.

Se stessimo sempre bene, non avremmo alcun motivo di affrontare dei cambiamenti che richiedono tempo ed energie!

E le emozioni “positive”?

Queste emozioni sono piacevoli e ci confermano che stiamo facendo bene.
Ma a volte ci tolgono anche l’ampiezza di visione che avremmo altrimenti.

Per farti un esempio: c’è stato un periodo in cui stavo con questa donna che mi piaceva moltissimo.
Con lei stavo alla grande.

Ma il fatto che con lei stessi bene non mi faceva vedere chiaramente dove stesse andando la mia vita.
E quando ci siamo lasciati mi sono accorto che non avevo preso una buona direzione.
Ora questo non significa che non dobbiamo provare emozioni piacevoli, anzi ce le siamo meritate, ce le dobbiamo godere fino in fondo!

Ma ogni tanto, è bene dare un occhiata distaccata alla nostra situazione globale.

In chiusura…

Le emozioni sono il sale della vita.

Non lasciamoci trasportare da esse, ma viviamole, capiamole e godiamocele.

Adesso è il tuo turno 😉
Cosa ne pensi di questo argomento?
Cosa hai da aggiungere al riguardo?
Vorrei sentire il tuo parere.

Mauro

Comments

  1. WOW Bellissimo articolo, e anche molto interessante, mi ritrovo in molti di questi punti. Grazie per averlo messo su iscritto e capire meglio cose che provavo già ma non capivo fino in fondo 🙂