20 Modi per Essere Solo un Uomo Mediocre Senza Donne

Cosa vuoi dalla tua vita?

Vuoi vivere nella mediocrità o vuoi avere una vita così spettacolare che perfino James Bond te la invidi?

20 Modi per Essere Solo un Uomo Mediocre Senza Donne

Sono sicuro che non vuoi una vita mediocre, ed è per questo che sei qui, giusto?

Sei qui perché vuoi di più dalla tua vita.

Perché la tua vita com’è ora non ti da quelle soddisfazioni che vorresti.

E tu vuoi prenderti quelle soddisfazioni.

Vuoi avere una bella e soddisfacente vita.

Bhè, quella bella e soddisfacente vita è a pochi passi da te, ma non riesci ad arrivarci.

C’è l’hai lì vicino eppure non la puoi afferrare.

È come se fossi bloccato da una gigantesta ragnatela invisibile. Senti di essere impossibilitato a muoverti ma non capisci perché.

E per questo, piuttosto che vivere la vita che vuoi, rischi di ritrovarti ad avere una vita mediocre, cosa che farebbe di te un uomo mediocre. E un uomo mediocre non ha una donna…bhè, forse una donna mediocre…ma forse nemmeno quella.

E tu ovviamente vuoi evitare questo disastro, giusto?

Bhè, per evitare questo disastro vuoi evitare i comportamenti e pensieri che ti condannerebbero ad una vita mediocre (e senza donne).

1. Trovare Scuse Continuamente

Vorresti proprio conoscere quella bella ragazza ma pensi:

  • “Sta parlando con le amiche, meglio che aspetto che finiscono.”
  • “Non mi viene in mente nulla…”
  • “E poi come continuo?”

Bhè, indovina: è uscita con le amiche, è normale che stia parlando con loro, non credo che le troverai in silenzione prima del 3 di notte; non devi dirle una formula magica, ti basta dirle “Ciao” nel caso in cui proprio non trovi null’altro; lo saprai solamente quando sarai lì, non sei mica un indovino che riesce a prevedere la sua reazione.

Questo per dirti che…

Sono tutte scuse!

È ora di smetterla di trovare le scuse e smettere di giocare. Sei un uomo, non sei un bambino.

Puoi trovare delle scuse per non approcciare una ragazza, o puoi andare a conoscerla; puoi trovare delle scuse per non finire di leggere questo articolo, o puoi arrivare fino in fondo; puoi trovare delle scuse per non migliorare nella seduzione, o puoi darti da fare per arrivare ad avere successo con le donne.

La prima strada ti farà precipitare inesorabilmente nella mediocrità, la seconda strada ti porterà ad avere quello che vuoi col tempo.

2. Cercare delle Scorciatoie

Sei alla costante ricerca di qualcosa che ti faccia fare il salto di qualità con le donne?

Allora, devo darti una brutta notizia: stai cercando una scorciatoia.

Il fatto è che le scorciatoie…NON esistono.

Ci sono vie più brevi di altre, ma non ci sono scorciatoie segrete che ti permettono di teletrasportati al punto di arrivo.

La ricerca della scorciatoia non è altro che la ricerca della pillola magica: voler raggiungere qualcosa senza aver alzato un dito per essa – tradotto come “senza esserselo meritato”.

C’è un solo modo di arrivare ad avere i risultati: sapere dove andare e incamminarsi.

E per non farti trovare la scusa “ma io non so dove andare” ti offro prodotti dettagliati, quindi non devi fare altro che seguirli.

E, la ciliegina sulla torta: se avessi impiegato tutto il tempo che hai speso per cercare una scorciatoia nel darti da fare seriamente, adesso saresti già arrivato dove volevi 😉

3. Scaricare le Responsabilità

Ti sei mai ritrovato a pensare che non sia colpa tua se non hai raggiunto i tuoi obiettivi?

Dopotutto…

Come fai a riportare una ragazza a casa quando abiti con i tuoi? Non è colpa tua…

Come fai ad approcciare una donna quando i tuoi amici ti giudicano male se sbagli? Non è colpa tua…

Come fai a sedurre una ragazza se non hai i soldi per fare un corso di seduzione? Non è colpa tua…

Pronto per il brutale risveglio?

È merito tuo e di nessun altro se adesso sei dove sei.

Hai la possibilità di cambiare le carte in tavola se non ti piacciono. O detto in un altro modo, se le cose non ti piacciono così come sono, cambiale, non sei una pianta!

Hai la possibilità di porre rimedio a praticamente qualsiasi cosa non ti piaccia nella tua vita. Sei tu che decidi di non farlo…o potresti decidere di farlo.

4. Non Agire

Quanto ti senti comodo ora? Molto, vero?

Ovviamente lo sei: leggere richiede l’energia di concentrarsi, ma null’altro, puoi farlo comodamente dalla poltrona di casa tua.

Ma sai cosa?

Leggere e basta non ti farà arrivare da nessuna parte. Comodo, ma inutile.

Fino a che non metti in pratica quello che leggi, non andrai da nessuna parte.

Il discorso cambia quando metti in pratica quello che impari. Ok, non è solo il discorso a cambiare: cambia anche la tua vita 🙂

Parlando di effetti collaterali piacevoli…

5. Rimandare

Domani è buon giorno per cominciare, giusto? Non dopodomani, troppo lontano…ma domani va bene, vero?

No, affatto.

Il domani non arriva mai: domani ci sarà un altro “domani” e così via…e non comincierai mai.

Perché dovresti?

Puoi rimandare a domani – traduzione: puoi rimandare per sempre.

L’unico giorno buono per cominciare è OGGI. E per la precisione, ORA è il momento migliore di oggi.

Per cui dedici ORA che farai OGGI quello che devi fare per avvicinarti ai tuoi obiettivi.

6. Essere Invidioso

Sono sicuro che avrai visto in azione degli uomini che ci sanno fare con le donne e che si sono presi la loro “gloria” davanti a te.

E magari hai provato un po’ di invidia per quegli uomini.

Lo vuoi sapere un segreto?

L’invidia è un’assicurazione sulla mediocrità.

Un uomo mediocre invidia un uomo di successo. Un uomo di successo (presente o futuro) stima e/o si ispira ad un altro uomo di successo.

L’invidia nasce dal presupposto che tu creda che qualcuno abbia ricevuto gratis qualcosa che tu non hai ricevuto. Bhè, non esiste una cosa del genere.

I regali della vita sono i regali di compleanno: arrivano a tutti, una volta in un lungo periodo.

Il successo che vedi negli altri, quelle persone se lo sono meritati.

Quando vedi un uomo che ha successo, realizza che lui quel successo se lo è meritato con il sudore, non glielo ha regalato nessuno.

Certo, ti sembra che lui sia “fortunato” perché non hai visto quanto sacrificio c’è dietro a quel successo…ma ti posso assicurare che se tu potessi vedere quanto impegno c’è dietro, rimarresti scioccato.

7. Dubitare Sempre di Se Stessi

Pensi di potercela fare?

Chi ti dice che puoi sedurre le donne? Magari non sei capace? O forse non hai le giuste circostanze nella tua vita?

Caz**te.

Tu non sei meno intelligente degli altri. Nè gli altri sono più brillanti di te.

Se ce l’ha fatta qualcun’altro, ce la puoi fare anche tu.

Se anche una sola persona è riuscita a fare qualcosa, puoi farla anche tu.

Certo, c’è chi può aver avuto una buona genetica dalla sua parte, delle risorse abbondanti o comunque sia un punto di partenza migliore del tuo. Bhè, la cattiva notizia è che dovrai darti da fare più duramente di queste persone, ma quella buona è puoi comunque raggiungere i loro stessi risultati (ed eventualmente superarli).

Quindi, ora basta dubitare di te stesso. Datti da fare i risultati arriveranno…anche quando sembra che le cose siano immobili.

8. Farsi Troppe Domande

Lo so, hai tante domande a cui trovare una risposta.

Ma sai cosa?

Chiederti 37 domande in 5 minuti non ti farà trovare le risposte. Probabilmente non troverai delle risposte immediate alla maggior parte delle domande che ti fai.

Mi sembra un buon motivo per smettere di farti queste domande.

Piuttosto che farti le domande sbagliate, datti da fare per trovare le risposte giuste.

Invece di chiederti “Ma le piacerò se la approccio?” vai ad approcciarla e scoprilo!

Farsi troppe domande ti fa dubitare di te stesso, cercare attivamente le risposte che vuoi ti fa diventare più sicuro.

9. Farsi le Domande Sbagliate

La domande sono importanti, se non si eccede con il loro utilizzo.

Ma tutte le domande sono utili?

Dai un’occhiata a queste:

  • “Come mi comporto se lei mi rifiuta?”
  • “E se non ce la facessi?”
  • “E se non fossi capace di prendere il suo numero?”

Queste domande fanno schifo.

Se ti fai domande di questo tipo, fai del bene a te stesso e sforzati di smettere.

Ci sono domande di bassa qualità e domande di alta qualità.

Le uniche domande che ti dovresti fare sono quelle di alta qualità, cioè quelle domande che ti mettono a disposizione maggiori risorse (se vuoi saperne di più ti consiglio Jedi della Seduzione).

10. Smettere di Imparare

Dopo che hai fatto i primi progressi sei sulla strada giusta, ma questo non significa che sei arrivato.

È un bel po’ di tempo che sono entrato nel mondo della seduzione e del miglioramento personale e ti posso garantire che ci sono tante di quelle soprese che non diresti mai.

Anche quando avrai risultati eccezionali, realizza che non sei arrivato.

Hai ancora tanto da imparare.

Smetti di imparare e tornerai indietro.

11. Negare la Realtà

La realtà, spesso, fa male.

Ed è facile avere i paraocchi o sforzarsi di non guardare. È facile negare la realtà.

Ma…

Puoi illuderti raccontandoti delle cavolate o puoi fronteggiare le cose come stanno, accettarle e corciarti le maniche per cambiarle.

Richiede coraggio, molto.

Richiede coraggio ammettere che ci sono diverse cose su cui non hai capito un tubo e che si sono tante cose che non sai fare.

Ma senza questo passo fondamentale non puoi arrivare ai tanto desiderati risultati.

Lo so, è dura, ma guarda in faccia la realtà come un vero maschio alfa farebbe.

12. Rifiutare l’Aiuto Esterno

Se fino ad ora non hai avuto i risultati che volevi, guardare in faccia la realtà significa anche ammettere che hai bisogno di un aiuto esterno.

Semplicemente a volte, certi punti di vista o certe conoscenze ci sfuggono. E l’unico modo per venirne a conoscenza è quello di essere guidato da qualcun’altro.

Questo non ha nulla a che fare con te e non dovrebbe compromettere in alcun modo la tua autostima. È normale, non puoi avere una visione completa del mondo.

13. Prenderla Troppo Seriamente

C’è gente che vive per un cosa sola, sia questo il lavoro, la palestra, le donne, etc…

Prendono troppo seriamente quella cosa.

Il risultato è che diventano monodimensionali.

Tu non vuoi essere monodimensionale, vero?

Certamente no, anche perché la qualità della tua vita ne soffrirebbe pesantemente.

Questa è una cosa anche troppo frequente nella seduzione: appena scoperto questo affascinante e potente mondo, molto uomini si concentrano anima e corpo su di essa, trascurando pesantemente le altre aree della proria vita.

Questa cosa può essere utile per un breve periodo, ma nel lungo termine fa solo danni.

E tu sicuramente non vuoi diventare uno psicopatico fissato con gli approcci a freddo.

14. Prenderla Troppo alla Leggera

Ci sono molti uomini che invece di prenderla troppo seriamente, la prendono anche troppo alla leggera.

Prenderla alla leggera (un po’) va bene; vederla come un gioco ti aiuta.

Ma c’è un limite.

Prendere la seduzione (o qualsiasi altro aspetto chiave della tua vita) come una forma di intrattenimento non ti farà arrivare dove vuoi…e il risultato sarà quello di sprofondare nella mediocrità.

Vedere i video sul campo per intrattenersi, leggere gli articoli per aumentare la propria cultura o scoprire cose affascinanti che non verranno usate non ti porta da nessuna parte.

15. Preoccuparsi degli Altri

Una delle abitudini più diffuse tra gli uomini mediocri è quella di preoccuparsi degli altri.

In effetti, questa è la via per direttissima per la mediocrità.

Solamente in Italia ci sono circa 60 milioni di persone, ognuna unica. Pensa che ognuno è cresciuto in un contesto unico (regione, città, famiglia, amici, ecc…) e ne viene fuori che ognuno ha dei gusti diversi. E non è possibile che ci sia anche una sola cosa che piaccia a tutti (tranne forse l’ossigeno).

Ne segue, che qualsiasi cosa tu faccia non piacerai a qualcuno. È matematica.

Alla luce di tutto questo, che senso ha stare a preoccuparsi di quello che pensano gli altri? Non è meglio puntare a quello che piace a te?

Se vivi facendoti guidare dal giudizio altrui non andrai da nessuna parte. Se vivi facendoti guidare da quello che vuoi, vivrai la vita dei tuoi sogni e qualcuno ti prenderà anche ad esempio.

16. Non Trovare il Tempo

Non hai tempo per fare quello che vuoi, vero?

Come fai a lavorare (o studiare), fare la spesa, mangiare, lavarti, ecc. e riuscire a trovare del tempo per qualcos’altro?

Impossibile! Nella giornata ci sono solo 24 ore.

Bhè, ti svelo una sconcertante verità: tutti hanno solo 24 ore a disposizione.

Solo che alcune persone si lamentano del fatto che non hanno mai abbastanza tempo, mentre altri fanno 15.000 cose e conquistano il mondo.

Come si spiega?

Semplice: se vuoi davvero fare qualcosa, il tempo lo trovi.

Tanto per cominciare, ci sono tante cose improduttive (come oziare su Facebook o guardare la TV) che puoi tagliare guadagnando moltissimo tempo nella tua giornata.

E poi, anche se avessi una gestione del tempo perfetta, ci sono per te delle cose più importanti di altre. Queste devono avere la priorità.

Sta a te scegliere se trovare il tempo di realizzare i tuoi sogni o lamentarti di non avercelo (ed essere condannato alla mediocrità).

17. Lasciarsi Bloccare da Paura e Disagio

Certe cose fanno paura, altre mettono a disagio.

Sono cose che tutti eviterebbero, ma a volte sono cose che hai bisogno di fare.

Si, affrontare le paure non è facile, richiede coraggio. Così come lasciarsi andare al disagio è difficile.

Ma…le cose belle stanno nei posti scomodi.

Puoi affrontare paura e disagio ed andare a prenderti la vita dei tuoi sogni. O puoi non farlo.

18. Arrendersi alle Prime Difficoltà

Ti sei mai lamentato di qualcosa che era troppo difficile?

Bhè, le cose meritevoli di essere compiute/raggiunte sono difficili.

Sarebbe stato più bello se fossero state facili, ma non lo sono.

Anche perché, se i grandi successi fossero facili, tutti li avrebbero…e non sarebbero poi così grandi.

Sul tuo cammino incontrerai tante difficioltà. Puoi lamentarti di esse, puoi arrenderti; ma puoi anche farti forza e superarle.

Invece di desiderare che sia più facile, desidera di essere più forte.

19. Fare le Stesse Cose e Aspettarsi Risultati Diversi

Qualcuno ha definito il fare sempre le stesse cose aspettandosi risultati diversi come “follia”.

Tu non ti senti un folle, vero?

Questo mi sembra un motivo più che sufficiente per smettere di fare le cose che non funziona e continuare a fare quelle che funzionano.

Perché se una cosa non funziona dopo 10 tentativi, senza cambiare nulla non funzionerà nemmeno al 1000° tentativo.

La flessibilità è un punto chiave in questa vita.

Se non hai un minimo di flessibilità…bhè, sai già dove arriverai…

20. Essere Inconsistenti

Una cosa che non ti piacerà, ma è la realtà e prima l’accetti, prima arriverai dove vuoi: non basta fare qualcosa per poco tempo e raggiungere risultati “miracolosi”.

E no…non funziona proprio così…

Per raggiungere i tuoi sogni non ti basta sforzarti qualche volta quà e là; e non basta sforzarsi per un breve periodo.

Per raggiungere i tuoi sogni devi continuare a combattere fino a che non li raggiungi. Devi essere consistente.

Tocca a Te

In quali di questi ti sei ritrovato?

Parliamone nei commenti.

Mauro

PS: tratto tutte queste cose (e molto altro) approfonditamente in Jedi della Seduzione.

Comments

  1. Valentino says:

    Mauro, secondo te cosa possiamo imparare da Jean Claude Van Damme?

  2. Marco says:

    Ahahahah scusate se mi intrometto ma ho letto il commento sopra che mi ha fatto ridere..che vuoi dire con “cosa possiamo imparare da Van Damme? Sicuramente potremmo imparare a tirare dei calci di Taekwondo! 😀

    • Marco, c’è molto di più.
      Van Damme è una persona incredibile.

      Sapevi che lui aveva una palestra di successo nel suo paese, ma l’ha lasciata e ha rischiato tutto perché voleva andare ad Hollywood a fare l’attore? Indovina: ci è riuscito.

  3. Marco says:

    Vero Mauro, ho letto la sua storia e anche quella di Stallone…entrambi sono partiti dal nulla e hanno fallito numerosi tentativi ma grazie alla loro determinazione sono arrivati ad Hollywood e Stallone è pure stato l’attore più pagato per dieci anni di fila! All’inizio i produttori cinematografici dicevano che Stallone non sarebbe mai potuto diventare attore perchè poco espressivo (ma a me non sembra, forse è migliorato dopo). Addirittura per poter mangiare ad un certo punto ha dovuto vendere il suo cagnolino, unico amico a cui era tanto affezionato (quello che si vede nel primo film di Rocky del 1976), ma poi è riuscito a riprenderselo successivamente convincendo il nuovo padrone.
    Ebbene la storia di Sly è lunga, è caduto tante volte (non solo quando faceva Rocky), ma alla fine direi che ce l’ha fatta a raggiungere il suo sogno..e anche alla grande!
    Si ho capito cosa intendevi Mauro, subito non avevo capito che si riferiva al fatto di lottare per degli obiettivi…e in effetti si, c’è molto da imparare da questi due simpatici attori, non solo nella seduzione ma nella vita! 🙂

  4. Antonio says:

    Caro Mauro,
    Complimenti per il bell’articolo, e’ davvero motivante, si capisce che tu vivi le cose che scrivi.
    Avanti cosi’ Mauro, sei un esempio per tutti.
    Grazie
    Antonio

  5. Davide says:

    Pollice su per questo fantastico articolo! Ora direi che non abbiamo piú scuse! 😉 grazie Mauro, continua a fare un buon lavoro