Le 6 Maggiori Differenze tra Seduzione di Giorno e di Notte

Sei in giro per il centro della città che passeggi pensando ai cavoli tuoi, quand’è che di punto in bianco vedi lei: è stupenda, è davvero stupenda, ti lascia senza respiro!
E cominci a pensare quanto sarebbe bella poterla conoscere…

Le 6 Maggiori Differenze tra Seduzione di Giorno e di Notte

Ehi ehi ehi!

Stop un attimo…tu puoi conoscerla!

Approcciare ragazze di giorno, magari in strada o al supermercato a molti sembra qualcosa di impossibile, roba da supereroi.

In realtà è così semplice!

Non mi credi? Prova 😉
Ma prima, parliamone un pò.

La seduzione diurna ha delle sostanziali differenze rispetto a quella da locale notturno.

Le 6 Maggiori Differenze tra Seduzione di Giorno e di Notte

Molti sono spaventati dal dover agire alla luce del giorno, altri dal fatto che non ci si possa avvantaggiare dell’alcol.
Una cosa è sicura: l’ansia d’approccio è più forte durante il giorno.
È questa una cosa negativa? Solo se vediamo il bicchiere mezzo vuoto.
Il fatto che l’ansia d’approccio sia molto più forte si traduce in qualcosa di molto utile: quando ti ritroverai a dover approcciare la sera in un locale ti sembrerà di bere un bicchier d’acqua, dopo aver approcciato di giorno. Un altro aspetto positivo di ciò e che farai approcci diretti più forti (questo è un concetto avanzato, per ora prendilo per buono). Penso che per imparare davvero ad approcciare di diretto bisogna farlo con una donna da 9 di giorno. (in una scala di bellezza prettamente fisica da 0 a 10…a 9 ci sono le modelle, ragazze immagine, veline, donne dello spettacolo, ecc…)

1) Di giorno l’escalation fisica si ferma al contatto amichevole.
Il chè non significa che faremo contatto fisico a razzo per poi rimanere nel tocco amichevole per 15 anni, ma si tratta di rallentare tutta la progressione.
Ci sono delle eccezioni, ma in genere non si va oltre con la progressione fisica dal momento che di giorno potremmo facilmente far sentira a disagio una donna appena conosciuta.
Questo per noi non è un problema dal momento che il nostro obiettivo di giorno non è quello di arrivare al bacio e poi al sesso al primo incontro, bensì di organizzare un appuntamento. Tuttavia ripeto che ci sono dei casi in cui ciò capita ma sono eccezioni.
Da quello che abbiamo appena detto segue che migliorare nella seduzione diurna ti farà migliorare notevolmente negli appuntamenti dal momento che è l’unico mezzo per poter concludere. (Di sera, puoi anche arrivare al sesso la sera stessa, senza quindi essere costretto a fare un appuntamento.)

2) Di giorno dobbiamo vedercela con i limiti di tempo.
Nostri e suoi.
È questo un male? Di nuovo, solo se guardiamo dalla parte sbagliata.
Il dovercela vedere con questi limiti di tempo ci permette di massimizzare la nostra efficienza seduttiva.
Se hai solo 5 minuti per poter ottenere un numero di telefono solido (leggi appuntamento) dovrai attrarla e stabilire un senso di conoscenza sufficienti in un tempo piuttosto breve. Quando avrai 30 minuti ti sembrerà il paradiso.

Questi erano i punti “negativi” (come abbiamo visto, danno i loro benefici), ora vediamo quanto c’è di buono.

3) In genere non dobbiamo “vedercela” con le amiche.
Le amiche possono essere sia un ostacolo che un aiuto, dipende da noi e da loro.
Ma sicuramente, eliminare una distrazione e semplificare un processo è meglio.
Certo, potrà capitare di approcciare un gruppo, ma moltissime donne sono sole di giorno (questo dipende anche dal giorno: di sabato pomeriggio devi contare che c’è l’uscita con le amiche per fare shopping).

4) L’approccio sarà decisamente memorabile.
A patto di farlo bene.
Chiedi ad una donna quante volte è stata approcciata di giorno e quante di notte.
Scommetti che la risposta sarà spropositatamente a favore della seconda? 😀
Di giorno non approccia quasi nessuno, quindi quando lo facciamo risultiamo diversi e ci distinguiamo già da subito.
Soprattutto se andiamo di diretto, dal momento che qualcuno si ferma a chiedere informazioni e intanto ci prova.
E soprattutto se questo diretto lo facciamo con una donna incantevole. Quante persone pensi che abbiano avuto le palle di andare da lei di giorno ed esprimerle il proprio interesse? In molti casi li conteremo sulla dita delle mani.

5) Le sue difese sono basse.
In genere la sera le donne erigono uno scudo per proteggersi e scremare gli uomini che ci provano malamente.
Di giorno non serve, quindi, generalmente, non ce l’hanno.
Da non confondere con le brutte giornate che capitano a tutti e non fanno distinzione tra giorno e notte.

6) Si ottimizza il tempo
Potresti non avere il tempo per uscire la sera, ma scommetto che 10 minuti durante la pausa pranzo ce li hai. Bastano e avanzano.
Scommetti che torni anche più felice e soddisfatto al lavoro, dopo?! 😉

Che ne dici è un bel quadretto, no? 😀
Spero di aver sollevato la tua curiosità e di averti spinto a provare approcci durante il giorno.

Mauro

Comments

  1. mirko says:

    ciao. credo che L’Alpha è il modello vincente: c’è chi ha la fortuna di nascerci e chi no.Soluzione: Diventare uno di loro… diventare COME loro.Io ero uno sfigato, pensavo solo ai motori. Non capivo i segnali d'interesse delle donne. Pensavo che il primo passo lo dovevano fare le donne. Fino a quando un giorno in un pub una ragazza dell'est, che era in gita, si è avvicinata per conoscermi, ma io non capendo nemmeno l'inglese non potevo comunicare, allora lei mi baciò. Da quel giorno le donne sono diventate la mia passione. Volevo conoscere, baciare e scopare piu' donne possibile. Con la seconda donna che ho conosciuto è andata ancora meglio, alla terza ho preso un palo e alla quarta una sportellata e da li sono crollato in una spirale negativa. Grazie a te ho capito che il motivo è che non ho un buon inner game, e quando stavo bene, gasato, era dovuto a quelle ragazze che mi dimostravano interesse.

  2. Tedesco says:

    ciao. Questo è quello che mi è successo qualche anno fa: ero in giro per il centro della città che passeggiavo pensando ai cavoli miei, quand'è che punto in bianco vedo lei: è stupenda, è davvero stupenda, mi lascia senza respiro!E comincio a pensare quanto sarebbe bella poterla conoscere… Ma non ho avuto il coraggio. la incontro 15 minuti dopo, lei sta per passarmi accanto, io la guardo, lei non mi degna di uno sguardo. Ma quando mi arriva vicino mi bacia sulla guancia e sta per andare via, faccio in tempo ad prenderle la mano. Ci conosciamo, ma lei cerca di prendermi in giro per farsi 4 risate con la sua amica, io sto al gioco e non dico la verità su chi sono e cosa faccio. Mi faccio dare il numero e decidiamo di incontrarci il giorno successivo. Io e lei da soli, ci sediamo in una panchina e ci baciamo. Lei mi chiede di andare a casa mia, non ci ho pensato 2 volte, abbiamo fatto sesso.Riflettendoci ha fatto tutto lei. Io non ho deciso un cazzo. Questa era una ragazza facile, non ho provato quel piace della conquista, che provi con una ragazza che se la tira e poi dopo averla corteggiata te la da.

  3. Ciao mirko, mi fa piacere di averti aiutato a capire questa cosa.

  4. Ciao Tedesco, in realtà il corteggiamento non è concettualmente giusto: richiede molto tempo, parte da presupposti sbagliati ed è inefficiente.

  5. Ciao mauro. che ne pensi dei ragazzi che non hanno il coraggio di sedurre una ragazza e per farla bre vanno con le prostitute o nei night club?

  6. soloturn says:

    Mauro in me c’e una diffusa inquietudine, un’ansia di cambiamento, di novità, di voltare pagina.Ma non so minimamente in che direzione.

  7. Ciao fred, purtroppo non tutti trovano il coraggio per cambiare la propria vita.Il mondo è libero, ognuno fa quello che vuole. Personalmente preferisco "combattere" piuttosto che rassegnarmi.Comunque devo dire che gli strip club sono interessanti: sedurre delle stripper è qualcosa di estremamente divertente.

  8. Ciao soloturn, dovresti approfittare di questa voglia di cambiamento: spesso non si sente la spinta, la necessità per cambiare.Quando avvertiamo questa spinta dobbiamo coglierla al volo.In che direzione? Se ti può aiutare riflettici profondamente. Ma se non trovi una direzione, buttati lo stesso, parti, vedrai che la direzione sarà sempre più evidente poi.

  9. Michele says:

    Ciao Mauro questo e' il mio tallone di Achille, l' approccio diurno. Con tutto che mi impegno e ho notato miglioramenti nel linguaggio corporeo e subcomunicazione non riesco ad approcciare di giorno. Il problema non e' la paura del rifiuto ma e' dovuto al fatto che non riesco a mettermi in uno stato mentale adatto, in uno stato mentale positivo per approcciare perche' preso da troppi problemi e frenesia della vita (appuntamenti di lavoro, qualche bolletta o multa indigesta, poi l' avvocato… qualche spesa imprevista, insomma problemi normali di vita quotidiana). Questo fa si che mentalmente non mi predispongo molto agli approcci. In passato avevo gia' provato qualche approccio diurno, anche prima di studiare la seduzione ma mi sentivo goffo e impacciato proprio per questa mancanza di predisposizione, e le donne se ne accorgevano.Di notte nei locali invece mi sento un' altra persona: dimentico tutto, mi lascio andare, rido, scherzo, mi rilasso e riesco ad approcciare con maggiore facilita' e non temo nessun tipo di rifiuto (con lo studio della seduzione poi mi sto perfezionando sempre di piu').A questo punto che fare per trasmettere di giorno la mia "persona notturna" e sentirmi piu' predisposto nonostante i ritmi frenetici della vita ?Ciao.

  10. Ciao Michele, se non ti senti ancora libero di approcciare di giorno mentre stai facendo le tue cose puoi cominciare con un'alternativa molto semplice: scegliti un giorno a settimana in cui esci durante il giorno appositamente per approcciare. In pratica come se stessi uscendo la sera, ma di giorno.Di particolare aiuto è, inoltre, l'avere un compagno d'avventura: in due è tutto più facile.