4 Passi per un Weekend Romantico con una Donna

Ricordo la prima volta che portai una ragazza in un fine settimana romantico in Costa Azzurra. Ma prima di parlare di come sono arrivato al mio weekend romantico, ti voglio spiegare come ho conosciuto questa ragazza e come ho fatto colpo su di lei.

4 Passi per un Weekend Seducente con una Donna

Stavo bighellonando sugli Champs Eliseé parigini, guardando vetrine e il frenetico passare della gente, quando fui colpito da una frangetta bionda che, complice il vento, le passava davanti agli occhi. Istintivamente sorrisi e lei mi guardo con aria interrogativa. Io le indicai il foulard in una vetrina, per ripararsi i capelli: si mise a ridere. Ci volle poco per invitarla a bere un drink, e visto che parlo il francese come l’italiano, fu per me facile conversare con lei.

Ci demmo appuntamento il pomeriggio seguente per visitare una galleria d’arte avendo scoperto entrambi che eravamo appassionati di tale genere. Arrivai ansioso e felice al rendez-vous, la visita alla galleria fu ricca di commenti e battute piacevoli, e fu quindi semplice trovarci a cena insieme.

Galeotto fu il cibo al lume di candela. Ci ritrovammo poco dopo abbracciati in un vortice di baci. Noblesse m’invita a non raccontare di più…

Già da questa mia avventura, puoi imparare una serie di pratiche lezioni per conquistare, nel giro di poche ore, una bella ragazza:

  • Basta poco per fare breccia: uno sguardo, un dito puntato verso il foulard, un sorriso sicuro. Non pensare di dover saltare nel cerchio infuocato per fare una buona prima impressione: basta un piccolo gesto ma sincero.
  • Scopri cosa le piace, e se avete delle passioni in comune, fai di quello il tuo primo appuntamento. Nel nostro caso siamo andati a una mostra di pittura nel centro storico di Parigi, dove abbiamo avuto occasione di parlare profusamente del nostro interesse.

Ma il punto di questo articolo non è conoscere donne, o il primo appuntamento, bensì come comportarsi durante (e pianificare) il primo weekend romantico insieme. Infatti l’estate successiva ci siamo dati appuntamento per un romantico soggiorno nella Costa Azzurra, posto che lei aveva sempre voluto visitare. Ed è qui che la mia allora giovane età si fece sentire: commisi errori su errori, che dopo questo articolo, tu non commetterai più.

Alcuni Errori che Possono Rovinare un Weekend Romantico

Acqua azzurra come i suoi occhi, sabbia chiara e fine che ti solletica i piedi quando cammini sulla battigia. Un piccolo e grazioso hotel, con quel sentore classico e profumo di legno. Un effluvio di profumi e colori, non un susseguirsi di colate di cemento com’è adesso. Il weekend perfetto da passare in compagnia di una bella ragazza con la quale hai già una relazione.

Ero giovane e inesperto. All’epoca c’era il Franco, e mi ero dimenticato a casa i soldi che avevo cambiato. Arrivato in hotel mi accorsi che avevo solo inutili lire: puoi immaginare la pessima figura che ho fatto alla reception. Dovetti quindi riprendere la macchina, dopo ore di viaggio, e andare in paese a cambiare i soldi in banca.

Errore ancora peggiore: non avevo pianificato cosa fare durante la nostra vacanza. Il primo giorno è andato bene: spiaggia, bagno, spiaggia, ristorante, spiaggia e via così. Già il secondo giorno è stato più problematico, perché anche in Costa Azzurra, il mare è sempre mare. Siamo tornati in spiaggia la mattina, ma ci siamo subito accorti che ci mancava qualcosa da fare, un modo per occupare il nostro tempo.

Verso l’ora di pranzo ci siamo guardati, e la donna mi ha chiesto: “Dove possiamo andare oggi pomeriggio?”

Fra un “hmm” e un “ahh”, mi sono accorto che avrei dovuto pianificare meglio il soggiorno. Leggere la guida della Lonely Planet, chiedere ad amici che già avevano visitato Cannes e dintorni.

E questi sono stati solo un paio dei numerosi errori che ho fatto quel fine settimana, e mi sono costati tempo e occasioni che avrei potuto spendere in attività più divertenti…

Oggi le cose sono più semplici, perché grazie a internet, ti basta fare un giro su Tripadvisor per scoprire le migliori attrazioni locali, e con Google Maps ci arrivi senza perderti. Ma in questa e in altre vacanze romantiche che ho trascorso nella mia vita, ho imparato quattro specifiche e importanti lezioni di comportamento che dovresti sempre seguire quando vai fuori porta con una ragazza.

Certo passare in poco tempo da brevi e impacciate telefonate, sms, WhatsApp, piccolo aperitivo e baci e carezze rubati in auto ad un week end agognato, desiderato e sognato… Un bel salto!

Ma stai tranquillo, leggi il mio articolo e troverai i suggerimenti che ti servono. Adattali alla tua indole e anche alla tua desiderata compagna e vedrai che bei momenti passerai. Poi ricordati, pensa al presente e goditi l’attimo che non sia “fuggente”, e su cosa succederà dopo non fartene problema, ci penserai in un secondo momento.

Ok partiamo per la bella avventura!

4 Passi per un Weekend Romantico con una Donna

1) Dove la porto

Innanzitutto meta non lontanissima. È inutile fare troppi chilometri per arrivare magari stanchi e annoiati.

Bene restare sotto i 150 km, insomma un’ora e mezza sarebbe perfetta. La “mia” donna aveva deciso di fare qualche giorno di vacanza addizionale in Italia, quindi la mia meta (Costa Azzurra) non era troppo distante. E fin qui, tutto bene. Studiati itinerari e orari di traffico in anticipo, nulla di peggio sarebbe passare ore in auto in fila per aver sbagliato il timing della partenza.

Questo è il caso tipico dei vacanzieri che vanno a Rimini a ferragosto: fermi sotto il sole cocente per 20 chilometri al casello. Non una bella situazione nella quale mettere la tua donzella.

Ottimo sarebbe il lago. Io personalmente li adoro e li consiglio: paesaggi romantici e suggestivi saranno i tuoi complici nella seduzione.

Al nord mi piace sia il lago Maggiore che quello di Garda per i larghi spazi e vedute dolci e tramonti che ti faranno cadere la donna tra le braccia in modo naturale. Nel centro Italia trovo piacevole il lago Trasimeno con luoghi e tranquillità adatti a nuovi amori: anche le colline senesi possono essere affascinanti.

Mi raccomando non correre in auto e mostra maturità nella guida, sarai apprezzato per la tua forte calma. Ti permetto, come cultore di Bon Ton, dolci carezze accennate appena ad inizio viaggio poi più decise una volta capito che lei le apprezza, ma sempre dolci e non oltre un carezzare con sapienza le suo cosce. Se fai una sosta lungo il percorso non lasciarla mai un attimo e aspettala all’uscita dalla toilette e non perderti per guardare, magari, giochi o giornali sportivi. Faresti infatti una pessima figura iniziale. Mi raccomando in auto musica di sottofondo chiedendo a lei quale preferisce e sii premuroso senza essere eccessivo: insomma dai sempre il meglio di te stesso, sarai ripagato con ore di amore indimenticabili.

Scegli attentamente non solo la meta ma anche l’alloggiamento. Un agriturismo tra l’elegante e il rustico è quanto ti suggerisco. Ambienti caldi, lettone comodo e ampio, bagno confortevole, ambiente insonorizzato e riservato, ecco cosa ti serve e per fare ciò avrai dedicato la tua attenzione ai particolari. Su internet trovi tutto ciò che ti serve e in poco tempo ti sei costruito il weekend perfetto.

2) Scopri in anticipo cosa le piace

Non puoi costruire una vacanza da solo, nella speranza che lei abbia i tuoi stessi gusti. Anche solo prima di decidere dove andare, devi informarti sulle preferenze della tua compagna: se vuole andare al mare o in montagna, se le piacciono le escursioni nella natura o preferisce le grandi città, se cerca il relax o l’avventura.

Sto dando per scontato che hai già un qualche tipo di rapporto con la donna che porti in vacanza, quindi fai una piccola indagine: scopri i suoi gusti, e studia un itinerario coerente. Questo è un consiglio molto importante: l’ho imparato sulla mia pelle, dopo innumerevoli vacanze rovinate per colpa di una pianificazione inesistente o sbagliata.

La giornata deve essere sempre frizzante e attiva, ma ricordati che sei pur sempre in vacanza: non vuoi arrivare troppo stanco a sera, altrimenti corri il rischio di addormentarti appena torni in stanza. Una buona regola generale da seguire è: pianifica al massimo un’attività al mattino e una al pomeriggio, e fai in modo di poter cambiare i tuoi piani all’occorrenza: in vacanza capita spesso di essere in ritardo sulla tabella di marcia, e se ti stressi a guardare l’orologio, allora tanto vale restare in ufficio a lavorare.

Capisco che alcune persone siano sempre alla ricerca di un’attività da fare, ma molte donne non sono fatte così: preferiscono il relax all’avventura, e anche le attività piacevoli possono diventare stressanti se si susseguono senza sosta. Va bene pianificare un itinerario aderente alle sue preferenze, ma senza troppi obblighi.

Consiglio bonus: è nei momenti di pausa fra un’attività e l’altra che puoi dedicarti alla seduzione, quindi vuoi pianificarne un buon numero durante tutto l’arco della giornata.

Evita anche di cadere nell’errore opposto, ossia quello di non pianificare niente. Ci sono persone per le quali non è un problema restare sul lettino per giorni e giorni, ma la monotonia è un nemico insidioso: spezzala con attività diverse ogni giorno. Non è necessario fare le cose in grande: è sufficiente un ristorantino locale e particolare scoperto su Tripadvisor a pochi minuti di auto, appurato che combaci con i gusti della donna.

In questo modo ti dimostrerai premuro e attento ai suoi gusti.

3) Epilogo amoroso

Questo è il capitolo più delicato e anche più lungo. Quello che devi leggere attentamente. Se sbagli a questo punto ti sei rovinato un weekend e rischi di incrinare il rapporto con la tua donna.

Per cui, mi raccomando attento e prendi appunti!

Per crearti un ambiente intimo e stimolante, sarà tua cura disporre che la luce sia bassa e soffusa: per questo scopo poni con noncuranza una salviettina sopra la luce. Occhio di metterla sopra la copertura: se è a contatto direttamente con la lampadina, ci scappa l’incendio (non a letto).

Mentre lei un po’ timida tergiversa per il cambio di ambiente, tu vai subito in bagno dicendole: “cara, faccio in un attimo così ti lascio poi tutto il tempo. Sai noi uomini curiamo meno la nostra bellezza nulla in confronto alla tua”. E se non si scioglie con una frase del genere…

In bagno ti curerai subito di avere un alito perfetto. Ti do un metodo facile e sicuro per avere sempre la bocca profumata: mangia un pochino di dentifricio, sì dico proprio mangialo e poi buttalo giù con un po’ di acqua. Il tuo alito sarà impeccabile. Seconda cosa controlla la pulizia perfetta delle tue parti intime e profumale leggermente. Ah non dimenticarti i piedi, pare superfluo ma ne conosco tanti che sui particolari sono inciampati!

Ora rientra e, con un dolce e allusivo sorriso, dille che l’aspetti: che faccia tutto con calma, non c’è fretta.

Lo so: qualcuna ha interpretato parole simili presentandosi dopo mezz’ora, ma tu non fare come il mio amico Ulrico che si è fatto trovare addormentato. Che figura…

Naturalmente, una volta fatta adagiare nell’alcova e con una luce in penombra, le parli sottovoce sussurrandole parole dolci. Importante è il tono senza necessità di fare discorsi filosofici o promesse di eterno amore. In questi momenti non te lo chiederà mai perché l’emozione avvolge anche lei e se è lì non vede l’ora di perdersi tra le tue braccia.

Comincia con baci e usa le tue labbra per dare piacere senza timore o pudore, lei vuole un uomo che sa amare fisicamente e con maestria. Te lo farà capire con gemiti e sospiri.

Terminato il primo, diciamo atto, non ti girare dall’altra parte a dormire o peggio a russare, abbi il carattere di frenare il tuo maschilismo e NON esibirti nel terribile: “ti è piaciuto cara?”

Se ve la sentite dedicatevi ancora almeno mezz’ora di coccole e ricorda la bocca non è fatta solo per parlare.

Lascio alla tua fantasia tutto ciò che puoi immaginare, nulla più altrimenti verrei meno al mio credo nel Bon Ton.

4) Dopo che sei tornato dalla vacanza

Se siete andati in auto sarà tua cura accompagnarla fino a casa, scaricare il bagaglio e se è possible, accompagnarla fino alla porta. Se siete invece andati in aereo, ti sarai organizzato per riportarla a casa o in taxi o con l’auto che avrai lasciato al parcheggio dell’aeroporto.

Se, come mi auguro, è stata una vacanza piacevole, sarà argomento di dialogo fra te e lei per molti giorni.

Richiamala dopo un paio di giorni: lasciale il tempo di riflettere e ricordare. Chiamala per salutarla e parlare di qualche momento estremamente divertente, facendo anche un breve accenno alla situazione romantica vissuta: le verrà voglia di rivederti.

Al telefono ti sarà normale sorridere e ridere insieme a lei su episodi che hanno allietato la vostra vacanza. Nell’occasione, trova il modo di fissare un altro appuntamento: io suggerisco sempre una cena, perché a tavola l’intimità aumenta. Visto che conosci già in parte i suoi gusti, ti sarà semplice prenotare un ristorante adatto.

Buona seduzione.

Wilfredo