Ansia da Prestazione: la Terrificante Trappola Rivelata

Ti piacerebbe sapere quali sono i migliori rimedi per combattere l’ansia da prestazione sessuale?

Ansia da Prestazione: la Terrificante Trappola Rivelata

Soffrire di ansia da prestazione è piuttosto frustrante per un uomo…ti senti come se ti avessero privato di un grande potere e ti fa rinunciare alla possibilità di godere di una delle più belle esperienze della vita, il sesso.

Il sesso vissuto con l’ansia da prestazione non è più la stessa cosa: invece di essere un piacere e un momento di intimità con una persona importante diventa una fonte disagio, come se fosse qualcosa da cui vuoi sottrarti.

E questo non fa altro che alimentare un circolo vizioso che ti porta in una situazione sempre più difficile…

Ma è arrivato il momento di superare questa situazione, non trovi? Continua a leggere, ti rivelerò dei dettagli sconvolgenti…ma prima introduciamo meglio il problema.

Come si Manifesta l’Ansia da Prestazione Sessuale

L’ansia da prestazione sessuale si manifesta fondamentalmente in due modi:

Il primo è il più evidente e più diffuso: hai l’ansia da prestazione per cui hai difficoltà a raggiungere una erezione piena.

Per cui ti trovi con il pene semieretto o nei casi più gravi soffri di impotenza e proprio non riesci a raggiungere l’erezione e resti con il pene floscio.

Può anche capitarti di perdere l’erezione durante il rapporto sessuale.

Nel secondo caso hai un minore controllo e rischi di eiaculare prematuramente. Inoltre quando vieni provi anche poco piacere (o non ne provi).

Può capitare anche che le due situazioni siano simultanee e quindi non solo non hai un’erezione piena, ma duri anche meno di quanto vorresti.

Tutto ciò, rende il sesso molto meno piacevole per te e ti impedisce di far godere una donna durante il rapporto sessuale.

Quali Sono le Vere Cause dell’Ansia da Prestazione Maschile?

Ti sei mai fermato a riflettere su quali fossero le vere cause dell’ansia da prestazione che provi?

Si tratta, ovviamente, di cause psicologiche, essendo una forma d’ansia 🙂 Ma di cosa si tratta nello specifico?

Alla base dell’ansia da prestazione ci sono due problemi:

  • Una cattiva serie di esperienze
  • Un cattivo metro di giudizio

Una Cattiva Serie di Esperienze

In genere l’ansia da prestazione ti viene dopo che hai avuto una serie di flop in camera da letto (raramente capita di avere ansia da prestazione in seguito ad una sola cattiva esperienza).

In pratica, per via della serie di flop nel tuo cervello si originano delle credenze limitanti che si rafforzano sempre di più e sfociano nell’ansia da prestazione.

Magari capita che una volta raggiungi l’orgasmo prima di far venire la tua donna, la volta dopo lei è di cattivo umore e perciò non si gode il sesso, quella dopo ancora non ti senti benissimo e hai difficoltà ad avere una buona erezione e così nella tua testa di origina il pensiero “non riesco a soddisfare sessualmente la mia donna”.

La volta dopo che fate l’amore ti trovi in diffocoltà per via di questa credenza e ti sembra di non avere una buona performance per cui rafforzi la tua credenza che non sei bravo a letto. Si genere il circolo vizioso e comincia a sentire disagio nel fare sesso.

Un Cattivo Metro di Giudizio

Oltre a questo, ti può capitare di avere ansia da prestazione perché hai un cattivo metro di giudizio: magari ti basi su quello che hai visto in qualche video porno o sui racconti sessuali di qualche amico/amica e ti sembra di essere inferiore a letto.

Purtroppo nessuno ti ha detto che questi sono dei pessimi metri di giudizio!

Tanto per cominciare i video porno sono una versione cinematografica del sesso e quindi sono molto poco realistici.

E i racconti che senti da amici/amiche riguardano nel 99% dei casi delle eccellenti performance o dei flop totali, non senti mai parlare di tutte le volte in cui il sesso è normale.

Tutto queste apre le porte ad una realtà sull’ansia da prestazione sessuale che nessuno ti ha mai detto.

La Verità sull’Ansia da Prestazione che Nessuno Ti Dice

Quello che sto per dirti ti farà realizzare come l’ansia da prestazione sia facilmente aggirabile.

Si tratta di una verità che nessuno ti ha mai detto prima.

Pronto?

Non c’è N-E-S-S-U-N-A prestazione.

Ci hai mai pensato?

Stiamo parlando di fare sesso con una donna che ti piace, con cui magari stai anche bene e che magari ami anche. Il sesso non è una prestazione…non lo fai di mestiere, vero? 🙂 Allora non è una prestazione.

Il sesso è un momento di intimità con una persona speciale.

Dimentica per un attimo la parola sesso. Avere un momento di intimità con una persona speciale ti causerebbe ansia da prestazione? Diamine, no!

Perché allora il sesso dovrebbe causartene?

Perché la società ti ha fatto credere che il sesso sia una prestazione. Video porno, viagra, spray ritardanti, pillole varie, l’immagine dell’uomo che non deve chiedere mai che vedi in televisione, e mille altre cose…tutto questo ti ha messo in testa l’idea che devi essere una macchina che sa fare sesso come nessun altro e che riesce a farlo così sempre.

CAVOLATE.

Non esiste una cosa del genere.

Il fatto stesso di essere umano ti impedisce di essere sempre al 100%. E’ questo un male? Assolutamente no, anzi…

Come l’Ansia da Prestazione Può Aiutarti ad Avere una Relazione Migliore

Ok, a primo impatto potrebbe sembrarti assurdo…ma è la realtà e ti illustro perché 😉

L’ansia da prestazione è un momento di debolezza. La debolezza va a collidere con l’immagine di cui ti parlavo sopra secondo cui la società ti vuole perfetto.

Ma in realtà…la debolezza è uno dei più grandi punti di forza nelle relazioni interpersonali che una persona possa avere!

Incredibile, ma vero.

Hai mai notato come i momenti di debolezza ti aiutano a comprendere maggiormente le altre persone? Quando ti senti il padrone del mondo sei estremamente centrato su di te, mentre quando stai male, per esempio, acquisisci una forte empatia nei confronti degli altri.

Le debolezze ti permettono di entrare in profonda connessione con le altre persone.

Tutti abbiamo delle debolezze e anche solo il fatto stesso di ammetterlo ci permette di creare un profondo senso di fiducia nelle persone con cui ne parliamo: se condividi una tua debolezza con una persona, essa saprà che sarai sincero anche sulle cose più superficiali e si fiderà di te.

Ma non solo! Quando una persona ha una tua stessa debolezza ti senti in forte connessione con lei, perché la comprendi e comprendi la sua difficoltà.

Specificatamente riguardo l’ansia da prestazione, essa può essere un modo per stabilire una connessione più profonda con la tua partner.

Pensaci, c’è questa persona (la tua donna) che ti comprende e ti vuole bene…e se condividi con lei questa tua situazione lei ti ascolterà e sarà aperta ad aiutarti a superarla.

Tutto questo non farà altro che rafforzare il vostro legame.

Tutto quello che abbiamo detto fin’ora ci porta a…

Come Superare l’Ansia da Prestazione

A questo punto ci sarai arrivato anche da solo: l’ansia da prestazione si supera a livello mentale.

Per cui si tratta solo di riacquisire l’atteggiamento mentale giusto.

Si tratta di comprendere che non c’è nessuna prestazione e di ridare al sesso il suo significato reale.

Si tratta di comprendere che quella che a primo impatto potrebbe essere una difficoltà, in realtà può essere uno strumento a tuo sostegno.

Tutto questo ti aiuterà a rilassarti e diminuire (o neutralizzare!) l’ansia.

A quel punto comincierai a sentirti meglio e il sesso riprenderà ad essere un momento piacevole. E man mano che questo accade vedrai che andrà sempre meglio e si innescherà un circolo virtuoso.

E tornerai a godere del sesso come prima che avessi l’ansia da prestazione.

Tocca a Te

Com’è nata la tua ansia da prestazione?

Parliamone nei commenti.

Mauro