Come Farsi Scivolare Addosso i "Periodi No"

Ti sarà sicuramente capitato un periodo in cui tutto ti andava storto.
Così come avrai fatto esperienza dell’esatto opposto: un lasso di tempo in cui ti sentivi in paradiso.

Come Farsi Scivolare Addosso i Periodi No

Bene, queste cose capitano anche nella seduzione.

La seduzione, come molte altre cose, dipende dalle nostre capacità…e da eventi casuali.

Se da una parte possiamo lavorare sulle nostre capacità di sicuro non possiamo cambiare gli eventi.

Questo è il motivo per cui lavorare su noi stessi ci permette di massimizzare i risultati positivi: quando le cose andranno bene, otterremo risultati migliori e quando le cose andranno male limiteremo i risultati negativi.
E non ci scordiamo che questi sono i due estremi, in mezzo c’è tutta una fascia di periodi intermedi in cui il grosso la fanno le nostre capacità.

C’è un modo per superare questi brutti periodi ?

Certo!

Come Farsi Scivolare Addosso i “Periodi No”

Accettarli ed aspettare.

Facciamo la pace con i “periodi no”. Capitano e capiteranno sempre.

Possiamo vedere la vita come una gigantesca distesa di colline: si sale e si scende continuamente.

Ci sono quei momenti in cui ci proviamo con 10 donne in mezza serata e non ne va bene una, ma noi non possiamo farci nulla se non continuare a provare e migliorare.

Questi periodi possono essere davvero duri da superare perchè a volte ci si chiede: “Ma che cavolo mi sono impegnato a fare per migliorare così tanto quando poi mi capitano quei periodi in cui non riesco a cavarne un ragno dal buco?!”

Il fatto è che ci sono cose completamente indipendenti da noi e quindi al di fuori del nostro controllo.

Un buona idea per superare questi momenti è quella di NON guardare ai risultati ma alle nostre capacità.

Faccio un esempio.
Sei nel tuo periodo no e negli ultimi 20 approcci non hai fatto sesso con nessuna delle ragazze.
Però nei primi 5 approcci sei riuscito a condurre una conversazione con 1 sola donna.
Nei 5 successivi hai condotto con 4 una conversazione, e con 1 di queste hai generato molta attrazione.
Nei 5 approcci seguenti hai condotto con 4 una conversazione, con 3 di queste hai generato molta attrazione e con 1 di esse vi siete conosciuti, vi siete scambiati il numero di telefono e siete usciti ma l’appuntamento non è andato bene.
Nei successivi 5 hai ottenuto un appuntamento con 3 di queste ragazze, ma poi è andata male.

Come puoi vedere, di risultati concreti non ce ne sono stati ma dal punto di vista delle competenze hai migliorato significativamente il tuo livello.

Tuttavia sappi che ci sono delle circostanze in cui calano anche le nostre capacità.

E qui non puoi più sfruttare il modo di pensare dell’esempio, ma l’unica cosa che puoi fare è accettare il periodo e continuare a lavorare su te stesso (o nei casi in cui è necessario fare una pausa).

L’apprendimento della seduzione va considerato nel lungo termine.

Così come va considerato nel lungo termine il successo in generale.
Alla prossima

Mauro

Headline Name: Email: subscribed: 0 We respect your privacy Email Marketingby GetResponse

Comments

  1. andrea says:

    ciao. non sono d'accordo del lungo temine.quando ho incominciato a leggere argomenti sulla seduzione mi sentivo l'uomo piu' potente sulla terra. Ho conosciuto un sacco di ragazze, non ho legato con nessuna perchè sapevo che potevo conoscerle tutte. dopo 3 anni di studiare tutto il materiale accessibile on line: Libri, DVD, Ebook, non mi sento piu' sicuro e preparato come prima. Mi è passata quella sicurezza che mi dava tutto quel materiale che studiavo e mi rendeva superiore agl'altri. E come se non credessi piu' nel miglioramento.

  2. salvo says:

    ciao.penso nella mia vita ho sbagliato molte cose con le donne.Premetto che io ero uno sfigato con le donne. non ero il ragazzo imbranato, ma mi comportavo come se le donne non mi interessassero. Da quando mi sono avvicinato al mondo della seduzione la mia vita è cambiata. Prima vedevo le donne come potenziali fidanzate, ora invece le vedo come delle ragazze che devo baciare. tutte le volte che sono riuscito a baciare una ragazza ho fatto dopo sempre sesso. quando noto che una ragazza non si lascia baciare, fa la difficile, la preziosa, la scio stare. E' uno spreco di tempo. Ho avuto a che fare con 2 ragazze che erano attratte da me, ma facevano le difficili e la differenza sai qualè? che erano delle ragazze toste, sicure di sè. a me queste ragazze fanno impazzire, il problema è che non riesco mai a concludere. Mi sembra che sanno le mie mosse e mi anticipano. Invece con le ragazze timide e insicure va tutto liscio come l'olio. Riesco a baciarle la stessa sera che le conosco e la terza sera facciamo sesso. Un'altra cosa che ho notato e che queste brave ragazze continuano a bombardarmi di messaggi e telefonate, mentre le ragazze piu' toste non si fanno mai sentire, ma quando mi vedono cominciano a flirtare.

  3. Scusate, ma ho avuto dei problemi con la connessione internet negli ultimi giorni.Andrea, quando ho letto il tuo commento mi è subito venuto in mente un problema che ho riscontrato in molti ragazzi che studiano seduzione. Questa è solo un ipotesi, quindi dimmi se mi sto sbagliando.Appena hai cominciato a studiare seduzione ti sentivi fortissimo e hai fatto molta pratica come hai detto.Poi, quando hai iniziato a studiare sempre più materiale, hai diminuito la pratica in favore della teoria. E questo da solo è una forte causa di regressione.Ad aggiungere carne al fuoco c'è il fatto che a volte la grossa mole di materiale ti ha confuso o reso macchinoso e questa è un'altra causa di peggioramento.Per guardare alla seduzione nel lungo tempo intendo che, nonostante alti e bassi, dobbiamo migliorare nel lungo tempo.Sono qui per approfondire il discorso.

  4. Ciao Salvo, spesso le ragazze toste richiedo molto più tempo, poi sta a te decidere se ne vale la pena oppure no.Se ti ricordi l'articolo sulla Mascolinità, una delle qualità fondamentali dell'uomo è la proattività: se una donna ti piace molto e la vuoi, non mollare. Un consiglio, dal tuo commento si capisce una visione "missione" della seduzione: obiettivi, tattiche, mosse e contromosse lasciale agli scacchi, ai giochi di carte, ecc… Nella seduzione è importantissimo divertirsi. Forse il viaggio è addirittura più divertente della meta.Divertiti e non pensare ad altro.

  5. Michele says:

    Io ho un problema simile a quello di Andrea. Sono 8 mesi che studio seduzione, i primi mesi ho fatto un balzo notevolissimo tant'e' vero che io stesso mi sono meravigliato di questa mia trasformazione, di come mi sentivo piu' sicuro con le donne, ed ero piu' motivato a uscire e fare nuove conoscenze.Nonostante tutto pero' non ho ancora concluso nulla con loro. Ma a parte questo, il problema principale e' che da un paio di mesi sto vivendo una situazione di stallo ovvero: non riesco a fare quel salto in piu', quel balzo ulteriore in avanti che mi consente di essere una persona migliore. Mi applico molto, faccio tante conoscenze, sto lavorando per migliorare voce e postura ma senza ottenere un ulteriore miglioramento.E' come se il fatto di non aver ancora concluso mi avesse tolto quell' entusiasmo iniziale per cui continuo ad applicarmi ma senza aspettative.

  6. Ciao Michele, le situazioni di stallo sono una bella seccatura, ci sono passato anch'io e ci sono periodi in cui ne ho ancora.Nel passato le provai tutte per superare questi momenti. Sono completamente diverse dai "periodi no". Quando attraversiamo un periodo di stallo è perchè abbiamo una lacuna, ma non riusciamo a trovarla o non capiamo come superarla.L'unica cosa da fare è trovare la lacuna e superarla. Ma in certi casi non è facile.Ci sono varie possibilità: studiare altro materiale, chiedere consigli o staccare dalla routine (per esempio con una vacanza).Per ritrovare la motivazione ti consiglio l'esercizio sulla visualizzazzione.

  7. andrea says:

    ciao. ho letto la tua risposta.quello che hai scritto è giustissimo.ho diminuito la pratica in favore della teoria. la grossa mole di materiale mi ha confuso.mi devo dare una calmata.

  8. Ottimo, ora sai come sbloccarti ;)

Speak Your Mind

*